Web Analyst: chi è e cosa fa

Web Analyst: chi è e cosa fa

Figura professionale strategica del Digital Marketing che ha costantemente a che fare con i numeri. Il Web Analyst analizza e interpreta i dati web per realizzare report che aiutino a prendere le migliori decisioni di business. Scopri come

Il Web Analyst cos è? E’ colui che si occupa di ottimizzare la produttività dei canali web delle aziende utilizzando l’analisi dei dati concernenti il comportamento degli utenti. Grazie a questo professionista si può pensare di incrementare il numero di utenti che lasciano il loro indirizzo email per ricevere le newsletter, e altre forme di email marketing, o che acquistano sul sito ma aiuta anche verificare la qualità della user experience.

Analizzare i dati, però, è solo una parte del lavoro di Web Analyst, ci sono infatti altri aspetti che un web analyst è chiamato a osservare, analizzare e incrociare.

Cosa fa un Web Analyst?

Il Web Analyst è colui che coordina un reparto di web analytics in un’agenzia o in un’azienda.

Deve occuparsi di capire cosa funziona e cosa no, quello che si può migliorare e cosa è necessario cambiare, fondando le sue conclusioni su valori reali e oggettivi.

Per esempio, può scoprire se gli utenti di un e-commerce procedono o no con l’acquisto. Si accorgono se se i lettori di un blog, fanno ricerche particolari o leggono un articolo e poi approfondiscono l’argomento.

Il Web Analytics è in grado di capire anche se il design del sito è da modificare o piace agli utenti, verificando se i visitatori navigano sull’intera pagina e se cliccano su particolari punti dello schermo.

In sintesi, il web analyst:

  • Analizza canali web attivi durante una specifica attività
  • Riporta dati su campagne di AdWords e su altre campagne a pagamento
  • Interpreta i risultati in chiave significativa per il cliente
  • Realizza report completi e chiari delle attività svolte

Inoltre, imposta link tracciabili per permettere a strumenti come Google Analytics di distinguere campagne, sorgenti e provenienza del link.

Ultimamente la web analytics, ovvero la scienza che si occupa di leggere i dati e di analizzare statistiche di siti web e di tutte le property digitali, ha assunto sempre più importanza.

Quali abilità deve avere il Web Analyst?

Numeri, grafici e formule devono essere estremamente familiari se si vuole diventare web analyst. È anche fondamentale conoscere tutti gli strumenti digitali sui quali si possono fare delle campagne. Una vocazione per il problem solving poi è un altra qualità che sarebbe meglio non manchi agli aspiranti.

Altre skills:

  • Capacità di rappresentazione dei dati: trasformare pagine excel in slide chiare e comprensibili è un compito molto importante per spiegare come sfruttare quei dati
  • Conoscenze di Web Marketing: non si fanno analisi senza conoscere cosa comprende il digital marketing. Per procedere con un analisi SEO, per esempio, è importante sapere in cosa consiste, quali e quanti sono i pilastri, le KPI fondamentali, perché più la conoscenza è è approfondita più le analisi saranno migliori
  • Conoscere altri strumenti di analisi: Google Analytics, Facebook Insight, Instagram Insight, Twitter Analytics, ecc.
  • Coomprensione delle metriche e dei loro significati: è richiesta, infatti, piena padronanza di strumenti come Sessioni, visite uniche, bounce rate, Page Per View, tempo di permanenza, Costo per KPI, Page per View, Click, Costo per View, Bounce Rate, ecc.
  • Pazienza e passione, per superare anche quelle giornate in cui i conti sembrano non normare

Quali strumenti utilizza un web analyst?

Sono diversi gli strumenti di analytics esistenti, il più conosciuto e diffuso è senza dubbio Google Analytics. Forte anche del fatto di essere gratuito, offre una struttura piuttosto lineare. Un web Analyst può diventare un Google Analytics Specialist, grazie a una certificazione che si ottiene dopo aver sostenuto un esame proposto da Google.

Un web analyst si avvale anche di strumenti che permettano una rappresentazione visiva dei dati. Molto utile può essere Google Search Console che permette di verificare lo stato di indicizzazione delle pagine ed eventuali errori strutturali.

Se si vuole provare altro rispetto al famose Google Analytics è importante scegliere altri strumenti che però abbiano competenze di:

  • Social analytics
  • Competitive analytics
  • Marketing Automation
  • Business Intelligence
  • CR optimizer

Come si diventa Web Analyst?

Non esiste ancora un vero e proprio percorso di studi che accompagni nella formazione di questa professione. A differenza di altre professione del web, come per gli esperti SEO o Social Media Manager, o data scientist non ci sono corsi e master universitari neanche dedicati alle figure base.

Ne stanno nascendo alcuni ma è vero che il mondo dell’analisi dei dati è sempre in continua evoluzione, il web analyst perciò forma maggiormente la sua professione sul campo.

Una buona base statistica può essere d’aiuto, così come può esserlo anche una formazione legata al marketing.

Sempre consigliata è l’esperienza in prima persona con un buon tirocinio in una web agency. In attesa di un colloquio è fondamentale iniziare a prendere confidenza con gli strumenti che poi si andranno a utilizzare come Google Analytics o Facebook Insight.

Di sicuro la figura del Web Analyst è tra le professioni del futuro. Imparare a lavorare i dati restituiti dal web è una skill che il futuro dell’impresa richiederà sempre più spesso.