Blog

  • Dalla long tail alla tv, le strategie di YouTube per l’adv

    Sempre più visualizzazioni ma entrate pubblicitarie non ancora all’altezza: secondo la stima di eMarketer, i 7,8 miliardi di dollari di entrate nette globali del 2017 di YouTube costituirebbero solo l’8% delle entrate pubblicitarie di Google. Colpa delle incertezze degli inserzionisti che temono che i loro brand finiscano abbinati a video inappropriati, volgari o violenti ma, soprattutto, “colpa” della cosiddetta “long tail”. Coniata da Chris Anderson, con questa definizione s’intende un modello nato dall’economia digitale, secondo cui i ricavi si ottengono vendendo poco di molto o molto di poco. Per dirla con le parole di Anderson, <<l’era del one-size-fits-all è finita e al suo posto c’è il mercato delle moltitudini>>. In pratica il mass mercato è diventato una massa di nicchie,…

  • Leggi Articolo
  • Commercio reale Vs e-com: integrazione e dati la soluzione

    Negozi reali che chiudono, in-store dell’e-commerce che aprono: la pressione esercitata dal commercio digitale su quello fisico si fa sempre più pesante ma se è vero che il primo è cresciuto fino a rappresentare il 17,5% della spesa al dettaglio, è altrettanto vero che dei negozi su strada non si può fare a meno. Ad oggi rappresentano ancora il 70% delle vendite. E non è un caso che il dettagliante più famoso del web, Amazon, abbia provveduto ad aprire sedi fisiche per la fornitura dei propri prodotti. Leggi l’articolo in Inglese. Read this post in English

  • Leggi Articolo
  • Dati e utenti: chi vuole davvero rinunciare al targeting?

    Con lo scoppio dello scandalo Cambridge Analytica, Facebook si è ritrovato nell’occhio del ciclone. E anche i dati utente sono diventati oggetto di discussioni interminabili. Per quanti vivono su Marte e non hanno sentito parlare della vicenda, la storia in breve è questa: una società di nome Cambridge Analytica (C.A.), di proprietà di un miliardario americano vicino alla destra statunitense, ha come core business la raccolta dei dati degli utenti sui social. Li prende, li analizza, li elabora e poi produce campagne marketing targhettizzate. La company opera anche su Facebook tramite app di terza parte che le cede i dati raccolti. Il social a un certo punto, sospende indignato tale attività, accusando C.A. di essersi impossessata di dati che non…

  • Leggi Articolo
  • Leggi Articolo
  • Attenzione al cliente: dal crm web la forte spinta nella UE

    Due anni per tutti: è questo il termine che l’Unione Europea ha fissato come garanzia sui prodotti venduti negli Stati membri. Fatte salve alcune eccezioni, tipo la Svezia o i Paesi Bassi che la propongono di tre anni ma non potranno estenderla ulteriormente, tutti gli altri devono adeguarsi in nome dell’armonizzazione delle norme. E ciò vale sia per i retail fisici che per i marketplace on line (Digital age: consumer guarantee). Leggi l’articolo in Inglese. Read this post in English

  • Leggi Articolo