Errore 505: cos’è e come risolverlo

Errore 505: cos’è e come risolverlo

L’errore 505 rientra tra i codici di stato http lato server. Vediamo quali possono essere le cause e come lo si può risolvere da amministratori di un sito web e da utenti

L’errore 505 è uno dei messaggi che può comparire quando una pagina web non si carica. Come tutti gli errori che iniziano con il numero 5, l’ errore 505 http è legato al protocollo http o https. Ciò significa che il problema deriva dal server, e non è lato client come invece suggeriscono gli errori che iniziano con il numero 4, come ad esempio l’errore 404 o l’errore 410. Il messaggio “505 – http version not supported” indica che il server non è in grado di supportare la versione del protocollo http richiesta dal browser. Vediamo quindi quali possono essere le cause del messaggio di errore 505, cosa significa questo codice e come risolvere il problema.

Che cosa sono i codici di stato http

I codici di errore http, o codici di stato http, sono informazioni che un web server fornisce all’utente che sta navigando sul web relativamente ad una specifica richiesta. Tutte le volte che un client manda una richiesta a un web server, questo restituisce un codice di stato http, indicando così all’utente se la richiesta è stata elaborata in modo corretto oppure no. I codici di stato http sono di diverse tipologie:

  • codici informativi (100)
  • di conferma (200)
  • codici di reindirizzamento (300)
  • errore client (400)
  • errore server (500).

In questo articolo approfondiremo l’errore 505, che rientra nell’ultima di queste categorie.

Che cos’è l’errore 505

Il messaggio di errore 505 compare quando il server riscontra una configurazione sbagliata o un errore interno. Quando questo errore si verifica, di solito è quindi presente una configurazione errata della pianificazione lato server. Ciò significa che il server non è in grado di supportare la versione del protocollo http utilizzato dal client per la richiesta tramite browser. Di conseguenza, il server non è in grado di comunicare con il client. Si tratta di capire qual è la causa di questo problema. Infatti, la causa può essere di varia natura. Nella maggior parte dei casi si tratta di un problema relativo all’aggiornamento. Ovvero, il browser cerca di usare una versione differente da quella del server. Quando si ha a che fare con un server obsoleto occorre dunque aggiornarlo o rinnovarlo.

Le possibili cause

Tra le possibili cause di un messaggio di errore 505 c’è quindi l’impossibilità da parte del server di completare la richiesta dell’utente usando la medesima versione del protocollo http del client. Più nello specifico, può accedere che siano presenti spazi dopo la versione http oppure, nell’url, siano inseriti dei caratteri speciali. Può anche capitare che il file http sia danneggiato per via di un virus malware. Oppure, infine, l’errore si può verificare quando il client non è un browser web.

Come risolvere l’errore 505 sul proprio sito web

Per prima cosa, per correggere il codice di errore 505 che compare sul proprio sito web occorre aggiornare il software del proprio server. Lo scopo è far sì che venga supportata la versione principale chiesta del protocollo http. Sarà anche necessario verificare il file robots.txt, in modo che Google possa effettuare la scansione delle pagine web, che altrimenti non verranno indicizzate. Nel caso in cui l’errore fosse nel provider CDN, è possibile che il sito web rallenti il caricamento dei contenuti. Questo accade perché il crawler di Google non riesce a collegarsi direttamente al server. Infine, è bene verificare di non aver lasciato spazi vuoti dopo la versione http nell’url, e che gli url non contengano caratteri speciali.

Correggere l’errore lato utente

Come abbiamo anticipato, è improbabile che l’errore 505 sia da attribuire al client. Tuttavia, se da utenti si riscontra questo messaggio, si può comunque tentare di vedere se si risolve da sé attendendo qualche minuto per poi riaggiornare la pagina web. Potete anche controllare che l’url non contenga caratteri speciali e verificare che non sia obsoleto. Un’altra ipotesi è che il browser che state utilizzando sia poco aggiornato oppure obsoleto: se ne avete modo, provate ad accedere alla pagina web che volete raggiungere tramite un altro dispositivo. Installare browser che si aggiornano periodicamente come Google Chrome risolverà il problema, se questa è la causa. Provate anche a disinstallare e a installare da capo il browser e infine a svuotare la cache e i cookie.