Come creare una sitemap per wordpress

Come creare una sitemap per wordpress

Una wordpress sitemap aiuta i motori di ricerca a indicizzare un sito web facilitando ai robot l’analisi delle pagine e dei contenuti. Per crearla è sufficiente utilizzare dei semplici plugin. Vediamo come fare

Uno dei modi migliori per ottimizzare il proprio sito web per i motori di ricerca è creare una mappa del sito stesso. Creare una sitemap significa tracciare la mappa della struttura del tuo sito wordpress, che diventerà così più facilmente leggibile dagli spider di Google. Affinché le pagine web del tuo sito salgano tra le prime posizioni nella Serp di Google, il sito deve essere ottimizzato in ottica SEO. E tra le diverse azioni che puoi mettere in atto sicuramente la creazione di una sitemap è tra le più importanti. Vediamo allora come creare una sitemap per wordpress passo dopo passo.

Che cos’è una wordpress sitemap?

La sitemap è semplicemente un file in formato xml che elenca tutte le pagine di un sito web. Ovvero, un elenco ordinato delle pagine web che compongono il sito stesso. In presenza di una sitemap, gli spider dei motori di ricerca passano attraverso gli url elencati, anziché scansionare uno per uno tutti i collegamenti. Infatti, per valutare la posizione in cui collocare un sito web negli esiti di una ricerca, i motori di ricerca analizzano le parole chiave e la pertinenza dei contenuti. Per farlo utilizzano dei robot che, una volta trovato un sito, lo scansionano e lo analizzano, raccogliendo tutte le informazioni che trovano.

Semplificare ai bot questa operazione risulta molto vantaggioso. E per farlo, bisogna offrire loro una sitemap. Grazie alla sitemap, Google “capisce” quali sono i contenuti più rilevanti di un sito web e resta sempre aggiornato sui cambiamenti che avvengono all’interno del sito. Se Google non attribuisce un buon valore a un sito web, per quanto questo possa essere ben fatto o interessante le persone non lo vedranno. È noto, infatti, che raramente un utente scorre le pagine dei risultati di ricerca successive alla prima. Chi è in alto ha un immenso vantaggio. Per tutte queste ragioni realizzare una sitemap può essere molto importante. Inoltre, non si tratta di un procedimento troppo complicato, per cui vale sicuramente la pena dedicare un po’ di tempo a realizzarla.

Come realizzare una wordpress sitemap

Il procedimento, come abbiamo anticipato, può essere seguito anche da chi non ha grandi competenze tecniche o informatiche. Basta, infatti, installare un plugin chiamato Google XML Sitemap. Come? Per farlo bisogna cliccare a sinistra nel menu “Plugin“, selezionare la voce “Aggiungi nuovo” e, una volta individuato, procedere all’installazione di Google XML. Una volta attivato, il plugin comparirà nel menu di sinistra (Impostazioni → XML-Sitemap). Questo plugin lavora in modo automatico, ed è in grado di creare da solo una sitemap. Ogni volta che aggiungeremo un nuovo articolo, il plugin ne invierà notifica ai motori di ricerca.

Inoltre, dalla versione e 4 del plugin non c’è più bisogno di creare i file “sitemap.xml” e “sitemap.xml.gz” perché vengono generati automaticamente dal sistema. Consigliamo di indicare nelle opzioni di rigenerare il contenuto del sito web ogni volta che viene effettuata una modifica. In questo modo Google riceverà subito notifica dei cambiamenti apportati. Un altro strumento che è utile installare è Google Webmaster Tools, è un elemento aggiuntivo che consente di tenere sotto controllo tutti i dati della mappa che abbiamo creato. Per installarlo basta andare nella pagina dedicata allo strumento per webmaster e cliccare su “Aggiungi/Testa sitemap”. Qui si inserisce il nome della sitemap in WordPress e si clicca su “Invia”.

Il plugin Yoast SEO

Oltre a fornire molti suggerimenti e consigli per ottimizzare i propri articoli, il plugin Yoast SEO può anche essere utilizzato per creare una wordpress sitemap. Per farlo, se non lo hai già, devi scaricare questo plugin. Poi, dalla bacheca, basta cliccare su SEO dal menu a sinistra. Qui si seleziona l’opzione “Funzionalità” e poi “Sitemap XML”. Questa opzione risulta già attiva da impostazioni predefinite, e finché lo sarà Yoast SEO continuerà a generare una sitemap aggiornata. Ma come la si può vedere? È molto semplice. Per visualizzarla bisogna fare click sul punto interrogativo che si trova a fianco di Sitemap XML e poi cliccare il link “Vedi la mappa XLM del sito”.

Il plugin All in One SEO Pack

All in One SEO Pack è un plugin molto simile a Yoast SEO. Anch’esso può generare automaticamente una sitemap. Una volta installato il plugin, si va su “Gestione delle funzionalità” e poi sull’opzione “Sitemap XLM”. Cliccando sulla casella la funzione si attiva. A questo punto, allo stesso identico modo di Yoast, All in One SEO Pack genererà e aggiornerà di volta in volta la sitemap. Con questo plugin è anche possibile scegliere quali contenuti includere all’interno della mappa, pianificare aggiornamenti e anche aggiungere delle pagine web in modo manuale o in un secondo momento.

Come creare una mappa del sito statica

Quella di cui abbiamo appena parlato, è la sitemap dinamica. La sitemap dinamica viene utilizzata dalla maggior parte dei siti web. È perfetta anche per chi non ha conoscenze approfondite a livello informatico e per chi non ha tempo di gestirla manualmente. Al contrario, una sitemap statica non indicizza automaticamente i nuovi articoli caricati, e va aggiornata manualmente. Per crearla, bisogna raccogliere un elenco di tutti gli URL presenti sul sito web da inserire nella sitemap. Per farlo, si può usare un sitemap generator online.

Una volta creata, la mappa si può scaricare in formato xml per poi caricarla nella directory principale del proprio sito web. Per farlo, è necessario un gestore FTP tipo Filezilla. Una volta installato Filezilla sul tuo computer, per accedere bisogna inserire alcuni dati: host, nome utente, password e porta. Questi dati si possono richiedere all’host oppure si possono trovare in autonomia accedendo al proprio account di hosting. Una volta entrati, si fa doppio click sulla cartella principale del sito web nella sezione in basso a destra di Filezilla. Per caricare il file xml, basta trascinarlo dalla propria cartella locale, collocata in basso a sinistra.

Inviare la WordPress sitemap a Google

Dopo aver creato una sitemap per WordPress, i robot dei motori la troveranno da soli. Però, questo processo può essere velocizzato utilizzando Google Search Console. Vediamo come fare. Questo procedimento vale per tutti i tipi di sitemap. Dalla home page di Search Console si accede a Sitemap nel menu a sinistra. Qui bisogna incollare il collegamento al proprio file xml e fare click su Invia. In questo modo Google sarà facilitato nella ricerca della mappa del proprio sito. Dopo poche ore, sulla pagina dovrebbe essere indicata in elenco. Inoltre, tenere sotto controllo Google Search Console serve per individuare velocemente eventuali errori di indicizzazione  e rimediarli.