Rarible: cos’è e a cosa serve

Rarible: cos’è e a cosa serve

Rarible è una piattaforma di vendita di opere d’arte e creazioni digitali basata su NFT. In poco più di un anno dalla sua nascita, ha coinvolto un pubblico crescente di artisti e di appassionati. Ecco come funziona

Rarible è un mercato NFT dedicato all’arte digitale, fondato da Alex Salkinov e Alexei Falin nel 2020. Una piattaforma di vendita online basata su blockchain Ethereum, come OpenSea, e amministrata da una community tramite il suo token RARI. In un solo anno ha raggiunto quasi 30mila acquirenti, coinvolgendo in particolare appassionati di arte e collezionisti. Per capirne il funzionamento, dobbiamo partire da un concetto base: gli NFT.

Cosa sono gli NFT

Gli NFT – Non-Fungible Token – sono token non fungibili. Ovvero non intercambiabili, in quanto rappresentano l’unicità di un oggetto. Per questa loro caratteristica si sono diffusi soprattutto nel mercato dell’arte digitale, dov’è indispensabile dare un valore a pezzi unici. I bitcoin, al contrario, sono intercambiabili, al pari delle classiche banconote. L’NFT può essere considerato come un certificato di autenticità, un marchio di fabbrica, attribuibile a qualsiasi bene. Un altro concetto fondamentale per comprendere il funzionamento di un mercato NFT è quello di blockchain.

La blockchain è una sorta di registro virtuale che non può essere modificato e che tiene traccia di tutte le transazioni di dati, proteggendole da manipolazioni. Un artista che decida si salvare la sua opera in formato digitale può in questo modo salvaguardarla dalla possibilità di realizzare copie e imitazioni. Per investire in NFT bisogna accedere ai marketplace, come OpenSea o, appunto, Rarible. Si tratta di siti web dove vengono scambiati oggetti digitali, in particolare opere d’arte o creazioni uniche.

Come funziona Rarible

Il funzionamento base di Rarible è lo stesso della maggior parte dei marketplace NFT. Si crea un account registrandosi sul sito web e si vengono le proprie opere tramite uno specifico NFT. La particolarità di questa piattaforma è la presenza della community, che come su altri canali consente di cercare nuove idee tra le tendenze in corso e di condividere le proprie. In particolare, la voce “explore” consente di navigare e cercare uno specifico NFT. “Following” permette di seguire un creator e di essere seguiti. “Community” è il luogo che contiene informazioni e discussioni sui trend in corso. Per iniziare a creare NFT sulla piattaforma bisogna avere un wallett, ad esempio Metamask. Dopodiché è possibile iniziare a caricare materiali, che passano però sempre dall’autorizzazione della community. Tramite i token RARI, infatti, gli utenti della piattaforma possono votare le opere ma anche moderarne l’inserimento.

Come creare un NFT su Rarible

Una volta eseguito l’accesso sulla piattaforma, si clicca su “Create”. Si aprirà una schermata in cui selezionare il formato del file e spuntare la casella “put on sale” per decidere di venderlo. Bisogna anche indicare il tipo di criptovaluta. All’oggetto caricato va dato un nome, volendo  corredato da una descrizione. Si inserisce poi la percentuale delle royalties che si desidera far convergere su Rarible con la vendita (di solito 10%). Infine, cliccando su “Create item”, si aprirà il wallet che chiederà la conferma dell’operazione. A questo punto, l’opera inserita sarà visibile sulla blockchain di Ethereum, associata ad un codice alfanumerico univoco.

L’app di messaggistica Rarible

A novembre 2021 Rarible ha lanciato anche un’app di messaggistica. Rarible Messenger serve a mettere ulteriormente in relazione i membri della community, elemento sul quale la piattaforma si fonda. Il team di Rarible ha spiegato che “Rarible Messenger è il modo più user-friendly per connettersi con chiunque tramite blockchain, consentendo agli utenti di comunicare inserendo gli indirizzi dei portafogli degli altri. Lo strumento dispone anche di impostazioni sulla privacy, che possono essere abilitate per bloccare i messaggi provenienti da utenti sconosciuti”. L’introduzione dell’app è avvenuta in seguito al round di finanziamento di serie A della start up alla fine di giugno, grazie al quale Rarible ha raccolto 14,2 milioni di dollari dagli investitori. Un successo notevole per l’azienda, che prevede per il 2022 un’ulteriore crescita.

Caratteristiche della piattaforma

Rarible ha alcune caratteristiche peculiari che lo distinguono da altri mercati NFT. L’exchange decentralizzato e la divisione delle fee consentono a diversi autori di co-creare un singolo NFT. Inoltre è possibile creare un NFT senza pagare le relative transazioni, che verranno addebitate solo al momento della vendita. In questo modo il mercato degli NFT potrà ampliarsi ulteriormente anche a chi non dispone di molte risorse iniziali. Rarible fornisce inoltre dati avanzati sui metadata degli NFT e sull’utilizzo del suo network.

La partnership con Adobe

Nel 2019, Adobe ha co-fondato la Content Authenticity Initiative (CAI) per combattere la disinformazione e proteggere i creators tramite la provenienza digitale. A dicembre 2021 Adobe ha rilasciato una versione beta pubblica di Content Credentials, una nuova funzionalità che semplifica la protezione e la verifica dei metadati per i contenuti digitali creati nelle principali soluzioni Adobe Creative Cloud, tra cui Photoshop, Stock e Behance, e che include in particolare gli NFT. Gli utenti potranno linkare i loro profili social e i loro wallet all’App Photoshop per desktop. In questo modo, possono assicurare agli utenti di essere davvero i creatori dei loro contenuti. Per farlo – riporta il blog della piattaforma NFT – Adobe ha collaborato con Rarible, così come con altri market NFT. L’aggiunta di un indirizzo crittografico è particolarmente utile poiché sarà presente nei metadati delle credenziali del contenuto visibili pubblicamente su Rarible.