Tik Tok: 14 consigli per aprire un profilo aziendale

Tik Tok: 14 consigli per aprire un profilo aziendale

È il social della Generazione Z, il mondo del business se n’è accorto ma come si crea un account Tik Tok per aziende? Scopriamolo insieme

Con i suoi oltre 800 milioni di iscritti nel mondo è una delle app più scaricate. Questo porta anche le aziende più o meno grandi a interessarsi a questo social network che ha fatto breccia negli smartphone dei più giovani ma che strizza l’occhio a tutte le generazioni.

Trovare la chiave giusta per imparare a comunicare su questa piattaforma è ormai un’obiettivo di visibilità che si pongono le imprese, anche le più piccole. Ma come fare?

La storia di TikTok

Prima di scoprire come sfruttare al meglio un profilo aziendale è bene conoscere la storia di questo social che è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni.

Nel 2016, in Cina, l’azienda ByteDance rilascia TikTok. Il suo nome originale può essere tradotto con “chiave vibrante”. L’inizio è tranquillo ma la svolta arriva quando TikTok si fonde con Musica.ly, altra piattaforma, nata nel 2014, molto conosciuta tra i teenagers che si divertivano a registrare i propri lip sync

Nel 2018, dopo un anno di indipendenza, gli utenti di Musical.ly, in seguito a un aggiornamento, si trovano senza preavviso in possesso di un account TikTok. La fusione è avvenuta così senza troppi annunci.

Cos’è TikTok

TikTok è una piattaforma che piace ai suoi utenti perché unisce due fattori: i social e la musica. Funziona infatti come un social normale: si può mettere like, commentare e condividere video di altri utenti.

Per il TikTok marketing conoscere e comprendere il pubblico di riferimento è stato fondamentale. La Generazione Z, e cioè i nati tra il 1997 e il 2010, è la generazione che vede il maggior numero di iscritti.

Gli utenti la scelgono perché dicono che su TikTok possono essere sé stessi e dove possono esprimere la propria creatività divertendosi. Il target è stato determinante nel successo di TikTok.

Gli iscritti diventano quindi creators e protagonisti, con i tools dell’applicazione sono capaci di passare ore a registrare brevi video che vengono poi pubblicati con la speranza che diventino virali.

Leggi anche: Digital Marketing, tutto quello che c’è da sapere

Come funziona TikTok

Lo slogan dell’app non nasconde segreti ” Make Every Second Count”, rendi importante ogni secondo. una volta cliccato si apre un’interfaccia che può essere simile ad Instagram.

Ma a differenza del social delle foto e delle stories, su TikTok si scrollano brevi video della durata variabile da un minimo di 15 a un massimo di 60 secondi.

Un’altra differenza che gli utenti notano è che rispetto a Instagram, i contenuti su TikTok sarebbero più spontanei. Questo riduce i costi di produzione, ma attira di più il pubblico più giovane, che è affascinato da nuovi stili di marketing.

TikTok si distingue anche rispetto agli altri social per l’ampia gamma di strumenti, effetti e filtri a disposizione degli utenti ma anche per la facilità con cui al video si può aggiunger un audio. 

Navigare poi su TikTok è piuttosto intuitivo: il tasto home permette la visione di video cosiddetti “Per te” o “Seguiti”.

Se invece si vuole produrre un video proprio basta scegliere un brano musicale, a a questo punto si registra il video da editare con filtri, effetti speciali, scritte e/o emoticon. Una volta che si è finito di modificare, si pubblica il video

Su TikTok non è necessario disporre di migliaia di follower per avere popolarità: da subito si possono condividere tanti video e sperare di avere seguito.

TikTok e le aziende, serve?

Si, anche un’azienda può sfruttare di TikTok per promuoversi. L’Inter, per esempio, ha scelto subito di aprire un proprio profilo personale sul social mostrare agli utenti i “dietro le quinte”, le iniziative aziendali e cosa avviene sul campo.

Forse è stata tra le prime in Italia, ma l’Inter non è più l’unica realtà imprenditoriale italiana presente su TikTok. Per un azienda diventa così importante cominciare a promuovere il proprio business aprendo un profilo aziendale.

Una volta creato il proprio account si potranno realizzare video per campagne pubblicitarie, backstage, vere e proprie sfide con gli utenti, ma soprattutto creare contenuti anche ogni giorno.

TikTok per aziende, come creare un profilo e perché

Relativamente nuovo e soprattutto in forte crescita, TikTok è ora è una grande opportunità per affermare il proprio business.

Conoscere i propri clienti e follower è importante per capire TikTok è il social adatto per la far debuttare la propria azienda.

Se quindi il tuo pubblico target è giovane, allora è arrivato il momento di creare un account sulla piattaforma. Ma come fare?

  • Per utilizzare TikTok bisogna scaricare l’applicazione su IOS o Android
  • Registrarsi è semplice e avviene come per tutti i social. Scegliere un username facilmente memorizzabile permetterà agli utenti di ricordarsi più facilmente come trovare l’account
  • A questo punto è consigliabile seguire hashtag e influencer che ruotino intorno al proprio business/brand
  • Si possono studiare i competitor per vedere come si muovono loro su questo social e che successo hanno
  • Come per ogni attività online, è fondamentale creare un piano editoriale anche per TikTok
  • I post è meglio pubblicarli in orari stabiliti. Due buone fasce orarie vanno dalle 12 alle 16 e dalle 19.30 alle 22 circa. La maggior parte degli utenti di TikTok ha meno di 20 anni, e il weekend è un buon momento per pubblicare post
  • Una volta che ci si è fatta una idea di come sfruttare TikTok per il proprio interesse si può anche prende in considerazione la pubblicità a pagamento
  • Arriverà il momento della creazione di uno o più contenuti, una volta pronto caricare il video sarà facilissimo
  • Quando si crea un contenuto si possono applicare filtri, effetti sul timing, transizioni, adesivi, schermi divisi, emoji, GIF e altri effetti
  • Interagire con i follower sembra banale ma è molto importante. Più si è attivi nei commenti, più si hanno possibilità di farsi notare dalla community
  • Collaborare con influencer, questa strategia di social media marketing, che funziona anche su altri social, è semplice da riprodurre su TikTok
  • Collaborare con influencer e fare networking può essere un buon modo per creare contenuti promozionale di successo
  • Per un azienda creare una “sfida hashtag” può diventare una buona strategia per farsi notare
  • I contenuti si possono condividere su più piattaforme direttamente dall’app. Si possono anche scaricare i propri contenuti come video o GIF e utilizzarli come preferisci.
  • Si può indirizzare il traffico su Instagram e YouTube. Basta collegare i propri account Instagram e YouTube (o altre piattaforme) direttamente al profilo TikTok. Di conseguenza, chiunque visiti il profilo TikTok, non solo follower ma anche potenziali clienti, sarà in grado di seguire il brand anche su quelle piattaforme