Quanto costa un social media manager

Quanto costa un social media manager

Il lavoro del social media manager ha un costo che varia in base alla frequenza dell’attività, al tipo di brand e al numero di profili da seguire. Ecco quanto un professionista può costare a un’azienda

Quella del social media manager è una professione sempre più richiesta. Non solo le aziende, ma anche i piccoli esercizi commerciali e i liberi professionisti si stanno rendendo conto della sua importanza. Si tratta di una figura specializzata, che per svolgere bene il proprio lavoro deve avere investito in formazione e aggiornamento. Per questo, la remunerazione deve essere adeguata. Chiunque voglia ottenere una buona visibilità e reputazione online dovrà dedicare una parte del budget alla voce social media marketing. Che si tratti di una piccola azienda o di un brand affermato. Vediamo ora di approfondire quanto costa un social media manager.

Cosa significa lavorare con i social network

Prima di tutto, è necessario chiarire l’ambito di azione del social media manager, il professionista che gestisce i canali social di un’azienda. Non si tratta semplicemente di pubblicare qualche post su una pagina facebook. Questa attività richiede una fase di studio iniziale, una pianificazione, una strategia e poi una interazione costante tramite i profili social. Tutto ciò richiede una buona esperienza e un grande investimento di tempo. Questo vuol dire che il compenso dovrà essere proporzionato all’impegno.

Social media manager – costo

Per capire quanto costa un social media manager bisogna considerare diverse variabili: il numero di pagine social da seguire, la frequenza di pubblicazione, il tipo di contenuto da realizzare. Quindi quante ore al mese la persona dovrà dedicare a questa attività. Per avere un’idea, possiamo dire che normalmente un social media manager di buona esperienza dovrebbe chiedere circa 40 euro all’ ora lorde. Parlando di compenso mensile, la forbice può andare indicativamente dai 300 ai 1500 euro al mese, in base alle variabili che abbiamo elencato.

Nel dettaglio, se un’azienda gestisce un flusso importante di interazioni, messaggi e commenti, nel realizzare un preventivo il social media manager dovrà tenere conto anche del tempo da dedicare al questa attività. Così come se necessità di una pubblicazione molto frequente o quotidiana di post che necessitano di un’elaborazione complessa, come editing di video o reperimento di notizie. A questo proposito, le esigenze dei clienti possono essere diverse: se è richiesta appunto la creazione di video o di foto, la scrittura di blog post, oppure l’abbonamento a un sito che fornisce immagini stock. Infine, bisogna ricordare che le campagne pubblicitarie vanno sempre considerate come una spesa a parte. Si tratta di un extra che non può ricadere nella paga del professionista.

Fattore esperienza

Un elemento molto importante che incide sul costo è l’esperienza che un social media manager ha. Un nuovo potenziale cliente, chiederà al professionista di mostrare il proprio portfolio o degli esempi di pagine aziendali gestite. È importante vedere i lavori precedentemente realizzati per capire se questo professionista è adatto alle proprie esigenze. In base alle quali l’azienda valuterà anche se affidarsi a un professionista di lungo corso, che sicuramente avrà un costo un po’ più elevato a fronte di un’esperienza radicata, o magari a un giovane emergente, che potrebbe anche apportare qualche elemento di novità.

La complessità del settore

La maggior parte dei social media manager si indirizza verso settori specifici per interessi, competenza ed esperienza. Si tratta di una professione che richiede versatilità e flessibilità, quindi non è detto che una persona che ha lavorato soprattutto sul turismo non possa occuparsi di moda o di libri. Tuttavia, soprattutto per tematiche tecniche e specifiche, bisognerà studiare di più e valutare la strategia giusta per parlare correttamente al mercato di riferimento. Più è complesso il tema, più il tempo impiegato crescerà. Inoltre, alcuni settori richiedono una presenza maggiore rispetto ad altri, ad esempio quando si lavora con gli eventi: fare una diretta facebook una domenica sera ha un costo.

No ai pacchetti social

Considerate tutte queste variabili, è chiaro che il costo di un social media manager non può essere stabilito a priori: diffidate di chi offre pacchetti “all inclusive” senza conoscere il  brand e l’impegno che lo attende. Non affidatevi neppure a chi vende pacchetti per comprare fan: nei social vince la trasparenza e l’onestà. Inutile anche richiedere interventi a brevissimo termine, ad esempio di un mese o due: per valutare l’efficacia di una strategia di social media marketing servono almeno sei mesi.