Come fare pubblicità su Facebook

Come fare pubblicità su Facebook

Fare pubblicità su Facebook non è difficile: basta seguire pochi passaggi intuitivi. Tuttavia, prima è necessario pianificare attentamente la campagna definendo obiettivi, target, messaggio e budget

1,6 miliardi di persone in tutto il mondo sono in contatto con una piccola impresa su Facebook“. Lo riporta lo stesso social network, spiegando perché e come fare pubblicità su Facebook. È evidente quindi come pubblicare inserzioni su Facebook, il social più diffuso del mondo, dove gli utenti pubblicano informazioni personali, posizione, luoghi visitati e gusti, possa essere estremamente vantaggioso.

Facebook è in grado di raggiungere potenzialmente, con un elevato tasso di precisione, tutti gli utenti rientrano in un determinato target. Se utilizzato correttamente, lo si può considerare forse il canale di social media marketing più importante. Vediamo dunque come fare pubblicità su Facebook. Con una premessa: è possibile sponsorizzare contenuti soltanto sulle pagine Facebook e non dai profili personali. Quindi, se non la si possiede, bisogna prima creare una pagina aziendale.

Pubblicità Facebook: i passaggi pratici

Sponsorizzare singoli contenuti su Facebook è un’operazione piuttosto semplice dal punto di vista tecnico. Bisogna individuare e cliccare l’indicazione “Metti in evidenza il post” presente su ogni post già pubblicato. Spesso, il suggerimento arriva da Facebook stesso, che indica all’utente i contenuti migliori e più adatti per una sponsorizzazione. Quelli, cioè, che potrebbero essere visti da un buon numero di utenti.

Nel riquadro che compare, si può selezionare il pubblico scegliendo una delle opzioni disponibili. Si può indicare “Persone a cui piace la pagina” o “Persone a cui piace la Pagina e i loro amici”. O, per raggiungere un pubblico più ampio, “Persone scelte mediante la targhettizzazione”, modificando il genere, l’età e altri parametri.

L’operazione si completa indicando il budget complessivo, la sua durata e la valuta. In un breve lasso di tempo, comparirà l’indicazione “Seleziona un metodo di pagamento”. Si compila il modulo seguendo le istruzioni, e la sponsorizzazione è fatta. Ora vediamo invece come impostare una campagna pubblicitaria più strutturata.

Individuare l’obiettivo

Anche se in effetti tutti possono, in pochi passaggi, fare pubblicità su Facebook, perché una campagna abbia successo deve essere basata su una strategia. Prima di partire con la creazione di una campagna, bisogna quindi riflettere sugli obiettivi, sul pubblico, sui canali più adeguati e sul budget. Come prima cosa, bisogna chiedersi quale risultato si desidera raggiungere con gli annunci pubblicitari. Ad esempio, un incremento delle vendite tramite il proprio sito, il download di un’app o semplicemente una più ampia notorietà per il brand. Qualunque sia l’obiettivo, l’importante è che sia chiaro.

Per puntare alla notorietà bisognerà orientare la campagna su un ampio bacino di utenti. La notorietà, infatti, è strettamente legata alla copertura, cioè a quante persone vedono il post sponsorizzato. Un passaggio ulteriore è portare questi utenti a visitare il proprio sito web, per approfondire un argomento o, magari, completare l’acquisto. Se invece l’obiettivo è generare contatti e arricchire il proprio database, sarà utile invitare gli utenti a compilare un form di iscrizione. Un altro obiettivo potrebbe essere quello di migliorare l’interazione: per farlo, si possono incoraggiare le persone a intraprendere una conversazione su Messenger.

Identificare il pubblico

Grazie alle informazioni disponibili sulle persone che si desidera raggiungere, ad esempio età, provenienza e altri dettagli, si possono scegliere i dati demografici, gli interessi e i comportamenti più in linea con il proprio pubblico potenziale. In questo modo, le inserzioni saranno viste solo da coloro che facilmente le riterranno pertinenti e utili. Facebook offre tre ulteriori strumenti per segmentare il pubblico:

  • pubblico chiave: definito in base a età, area geografica, interessi e altri dati che possono essere esplorati con Audience Insights
  • personalizzato: contattare una seconda volta chi è già entrato in contatto con l’azienda, in diversi modi (lista di contatti, visitatori del sito web, utenti dell’app)
  • simile: raggiungere nuovi utenti con interessi vicini a quelli dei clienti già affezionati.

Dove pubblicare l’inserzione

La pubblicità può essere pubblicata su Facebook, Instagram, Messenger, Audience Network o su tutti questi posizionamenti. In questo passaggio, si può anche scegliere di pubblicare le inserzioni su specifici dispositivi mobili. Grazie alla funzione Posizionamenti automatici presente in Gestione inserzioni il sistema di pubblicazione potrà massimizzare al meglio il budget.

I posizionamenti pubblicitari su Feed possono apparire in diversi luoghi:

  • Sezione Notizie di Facebook
  • Feed di Instagram
  • Marketplace di Facebook
  • Feed video di Facebook
  • Colonna destra di Facebook
  • Esplora di Instagram
  • Posta di Messenger

Inoltre, l’inserzione può apparire nelle storie, nei video in-stream di Facebook, nei risultati di ricerca, come messaggi sponsorizzati o instant articles all’interno dell’app Facebook mobile.

Impostare il budget

Per fare pubblicità su Facebook bisogna indicare un budget giornaliero o totale e il periodo di tempo in cui si desidera pubblicare inserzioni. Lo strumento Gestione inserzioni consente di acquistare le inserzioni per Facebook, Instagram e Audience Network. Si crea un’inserzione e la si inserisce nell’asta pubblicitaria. L’asta determina quali inserzioni mostrare a determinate persone. Nel processo di creazione delle inserzioni, bisogna quindi impostare i parametri che l’asta userà.

Scegliere il formato

Si può scegliere tra sei diversi formati pubblicitari su Facebook. Si può decidere di mostrare un’immagine singola o un video singolo, oppure usare un formato più grande in cui è possibile inserire più immagini. Oltre a foto, video, stories e Messenger si può utilizzare ad esempio la formula carosello, oggi molto diffusa, che permette di mostrare fino a dieci immagini o video all’interno di una sola inserzione, aggiungendo un link per ogni contenuto.

Con le inserzioni in slideshow si sfruttano più dispositivi per trasmettere il messaggio. Gli annunci con raccolta consentono invece alle persone di trovare, sfogliare e acquistare ciò che viene offerto, mentre quelli riproducibili presentano un’anteprima interattiva.

Misurare e gestire la campagna di pubblicità su Facebook

Dopo aver pubblicato gli annunci pubblicitari, si può monitorarne le prestazioni e modificare la campagna in Gestione inserzioni. È possibile scoprire se una versione è più efficace di un’altra o se il messaggio non genera esiti soddisfacenti, quindi apportare le modifiche necessarie. Per controllare l’andamento dei post sponsorizzati, bisogna cliccare sulla voce Insight e accedere alla panoramica delle statistiche riguardanti la pagina.

Da qui sarà possibile visionare le interazioni con i post, la copertura organica e a pagamento, i dati delle pagine delle aziende concorrenti e così via. Per visualizzare le statistiche provenienti dalle inserzioni a pagamento, basta cliccare sulla voce Promozioni situata nel menu di sinistra e poi sulla voce Visualizza risultati per vederne i dettagli. In base alle indicazioni riscontrate si potrà orientare la campagna perché risulti più efficace.