Digital marketing: i trend del 2021

Digital marketing: i trend del 2021

Grazie al processo di digitalizzazione che ha investito tutti i settori, il marketing digitale vedrà importanti sviluppi nel corso del 2021. Ecco i più importanti digital marketing trend dell’anno, dall’e-commerce all’intelligenza artificiale, dai contenuti interattivi alla realtà aumentata

Con l’avvento della pandemia, il marketing digitale ha dovuto adeguarsi al crescente utilizzo del web da parte degli utenti. Ciò significa che è notevolmente aumentato lo spazio per sviluppare strategie di marketing online, dalla gestione dei social network al processo di acquisto. Gran parte delle attività si sono spostate nel mondo digitale, consumi inclusi: un vero e proprio cambiamento radicale nelle abitudini della maggior parte del pubblico. E quest’anno nel digital marketing emergono trend in costante ascesa.

Il digital marketing 2021 sarà contrassegnato da una crescente attenzione alla user experience, dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale e della realtà aumentata. Spingendo su alcuni trend in corso come la ricerca vocale, i contenuti interattivi e il video marketing, per il marketing online si prospetta un anno di ottime opportunità. Vediamo dunque quali sono, nel settore del digital marketing, i trend più rilevanti che emergeranno nel corso dell’anno.

Digital marketing trend: l’utente al centro

Oggi l’utente è sempre più connesso ma sempre meno raggiungibile fisicamente. Di conseguenza, è necessario entrare in contatto attraverso messaggi mirati e personalizzati. Per questa ragione, una segmentazione sempre più accurata del target a partire dalla definizione delle buyer personas è sempre più importante. L’obiettivo è riuscire a stabilire un contatto con l’utente proponendogli prodotti legati alle sue abitudini e coinvolgendolo direttamente. Anche il tono di voce conta: gli utenti preferiscono un dialogo informale e sanno che la loro opinione è importante, quindi si aspettano di essere tenuti in considerazione.

Questo discorso chiama in causa direttamente il tema della user experience: è l’esperienza dell’utente che deve guidare la realizzazione di siti web e qualsiasi strategia di content marketing. Il punto di vista di chi apre una pagina web per informarsi o fare acquisti è prioritario in ogni caso. Ogni strumento che può rendere la fruizione più semplice è quindi ben visto. Soprattutto, anche se non solo, quando si parla di e-commerce.

Leggi Anche: Digital Marketing, tutto quello che c’è da sapere

L’impennata dell’e-commerce

Il 2020 ha visto l’impennata dell’ e-commerce e dello shopping online. A causa del lockdown, molti utenti hanno fatto acquisti online anche per beni di prima necessità. Ormai fare shopping online è diventato, anche in Italia, un comportamento comune. Ora come mai il trend 2021 per l’e-commerce coinvolge tutti gli aspetti dell’esperienza utente:

  • Il sito web dev’essere ottimamente navigabile, specialmente dallo smartphone: non più responsive, ma mobile first
  • SEO Friendly: il posizionamento sui motori di ricerca deve essere accurato, specialmente per gli e-commerce. Un sito web che risulta tra i primi risultati vieni visto come affidabile dagli utenti
  • La navigazione sempre più semplice e rapida
  • Assistenza immediata e disponibile 24 ore su 24
  • Processo di acquisto e check out rapido, intuitivo e con pagamenti sicuri.

Leggi anche: Come creare una digital strategy

Ricerca vocale, Chatbot e Intelligenza Artificiale

Passiamo quindi come diretta conseguenza della centralità dell’utente agli strumenti che consentono di metterla in pratica. L’intelligenza artificiale è essenziale per il digital marketing perché permette di comprendere il pubblico di riferimento, analizzando i dati e fornendo contenuti adatti. Consente di migliorare l’esperienza dei clienti e delle buyer personas, incrementando la lead generation e ottimizzando le strategie di marketing digitale.

Ormai un sito web non può più fare a meno dell’integrazione con chatbot e assistenti virtuali. Grazie a queste estensioni si può comunicare con i clienti 24 ore su 24. I chatbot sono una risposta alle richieste di feedback e aiuto da parte degli utenti per risolvere problemi, ottenere informazioni precise, identificare un prodotto e così via. Rappresentano quindi un servizio molto richiesto, e ormai indispensabile.

Alla diffusione di assistenti intelligenti come Siri, Cortana e Alexa si collega lo sviluppo della ricerca vocale. Oggi è un fattore determinante per il traffico online, e i gli specialisti del digital dovranno creare contenuti in grado di adattarsi a tale cambiamento per raggiungere i massimi risultati. Anche la ricerca per immagini, principalmente su Google e Pinterest, è un trend in crescita. Tuttavia, al momento la sua diffusione sta avvenendo prevalentemente in Sud America e nel Sud-Est Asiatico.

Social media e content marketing

Buona parte dell’esperienza online dell’utente è strettamente legata ai social media. Prima di tutto, si devono definire chiaramente le proprie buyer personas per capire quali siano i social più adatti al proprio brand. Non tutti i social media, infatti, sono efficaci per qualsiasi tipologia di utente. In base a caratteristiche socio-demografiche, come per esempio il sesso e l’età, cambiano molte cose. Una cosa, però, non cambia: l’importanza della qualità e della frequenza dei contenuti. I social media sono anche quest’anno ai primi posti dei trend digital marketing 2021. Di conseguenza, il content marketing riveste un ruolo sempre più importante.

Ormai è chiaro che i social non sono più soltanto uno strumento di brand awareness, ma anche un mezzo efficace per sollecitare l’engagement degli utenti e la conversione. Ormai sono molteplici le strade che le diverse piattaforme offrono ai loro utenti per arrivare in un click a mettere un prodotto nel carrello o finire sulla landing page di una promozione. Anche senza interrompere l’attenzione o disturbare la fruizione del social stesso.

Inoltre, sui social media sarà sempre più preponderante lo user generated content. Grazie a Tik Tok e ai reel, i brand hanno una nuova arma a disposizione: possono mettere gli utenti nella condizione di creare i loro contenuti: filtri, sfide, format da utilizzare su Tik Tok o Instagram e così via. Questo tipo di contenuti genera un livello di engagement più alto. Senza dimenticare il video, che continuerà ad essere il formato più coinvolgente, insieme a meme, giochi e gif.

Contenuti interattivi e video marketing

Per molti utenti guardare un video è un modo per farsi un’idea più chiara e immediata del prodotto. E di conseguenza li porta più facilmente all’acquisto. Inoltre, video ben costruiti e ben indicizzati sono un ottimo strumento per agire anche dal punto di vista della SEO. Oltre ai video, rivestiranno sempre più importanza i contenuti interattivi. Video a 360 gradi, realtià virtuale e contenuti VR, infografiche, mappe, sondaggi a scelta multipla sono solo alcuni esempi dei contenuti che coinvolgono il consumatore in prima persona, chiamandolo all’azione.

La convergenza tra fisico e digitale

L’utente ama le esperienze che può vivere come se fosse fisicamente in presenza, pur trovandosi in un ambiente digitale. Parliamo di tutte le applicazioni possibili della realtà aumentata, capaci ad esempio di simulare camerini di negozi oppure di sperimentare il nuovo taglio di capelli. Il tutto comodamente dallo smartphone. Molte strategie di retail marketing stanno andando in questa direzione. Ma non solo. Anche il settore travel sta già iniziando a sfruttare le potenzialità della realtà aumentata, creando box che portano i turisti virtuali dentro ai luoghi attraverso virtual tour.