Qual è la differenza tra social media e social network

Qual è la differenza tra social media e social network

I due termini hanno molto in comune, e spesso vengono utilizzati come sinonimi, anche se non lo sono. Scopriamo qual è la differenza tra social media e social network

I termini che si riferiscono al mondo social e digital possono essere fuorvianti. Uno dei dubbi più frequenti riguarda la differenza tra social media e social network. Cerchiamo di capire meglio cosa si intende per ciascuno di questi ambiti, quali sono gli elementi in comune e cosa invece distingue i due termini.

I social media

Social Media è un’espressione generica che indica tecnologie, pratiche e applicazioni basate sul web che le persone adottano per condividere contenuti testuali, immagini, audio e video. I professori Andreas Kaplan e Michael Haenlein hanno definito i social media come “un gruppo di applicazioni basate sui presupposti ideologici del web 2.0, che consentono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti”.

I social media hanno rappresentato dal loro esordio un cambiamento epocale nella comunicazione di massa, che da monodirezionale (come la televisione, i giornali o la radio, con contenuti immodificabili diretti all’utente) è diventata bidirezionale e pluridirezionale, con contenuti generati dagli utenti stessi. L’utente, o molto spesso il Social Media Manager, diventa da fruitore passivo a produttore di contenuti: una vera e propria rivoluzione. Inoltre, i social media permettono di condividere le informazioni tra utenti, sorpassando di fatto il ruolo istituzionale dei tradizionali produttori di contenuti informativi.

Infine, i social media sono accessibili da chiunque, anche senza competenze specialistiche, sono veloci e immediati, e producono contenuti che possono essere modificati nel tempo. I social media dipendono principalmente dalle interazioni tra persone, coinvolgono interessi di varia natura e si basano su un dialogo costante e spontaneo.

Leggi anche: Digital Marketing, tutto quello che c’è da sapere

Sei tipi di Social Media

Sempre secondo Kaplan e Heinlein, esistono sei tipi di Social Media:

  • Blog e Microblog (come Twitter)
  • Siti di social networking (come Facebook)
  • Mondi virtuali di gioco (come Age of Empire)
  • Mondi virtuali sociali (come SecondLife)
  • Progetti collaborativi (come Wikipedia)
  • Content communities, che condividono materiale multimediale (come YouTube)

I social network

Un social network, versione inglese del termine rete sociale, consiste in un qualsiasi gruppo di individui connessi tra loro da diversi legami sociali, dalla conoscenza casuale ai rapporti di lavoro, dalle relazioni sentimentali ai vincoli familiari. La rete sociale come modello organizzativo è studiato in sociologia, antropologia e in etologia, e fa riferimento, in principio, a una rete fisica: una comunità di lavoratori, religiosa, sportiva, per fare qualche esempio. I social network, dunque, sono molto più antichi dei social media.

La diffusione del web ha creato dall’inizio del XXI secolo alcune ambiguità di significato. La versione di Internet delle reti sociali è una delle forme più evolute di comunicazione in rete; attraverso il web, la rete delle relazioni sociali che ciascuno di noi tesse ogni giorno, in maniera più o meno casuale, nei vari ambiti della nostra vita, si può così materializzare, organizzare in una mappa consultabile, e arricchire di nuovi contatti.

In conclusione, per chiarire la differenza tra social media e social network potremmo affermare che il social network è, da un lato, un concetto più teorico, con un’origine indipendente dal contesto digitale. Dall’altra, fa riferimento in maniera concreta alle persone che costituiscono una rete, mentre con il termine social media si indica lo strumento, il supporto virtuale che permette a queste persone di comunicare e di condividere contenuti.

Chi fa social marketing, quindi, utilizza i social media per costruire una community online intorno al brand, per raggiungere quella struttura sociale che forma il social network, e le persone che la compongono. E spesso per farlo non ci si può improvvisare, meglio fare un corso ad hoc.

Leggi anche: Digital Transformation, tutto quello che c’è da sapere

Facebook e i social network

E’ forse stato Facebook a sdoganare un utilizzo interscambiabile tra i termini social media e social network. Facebook, infatti, viene considerato il social network per antonomasia. In effetti, è nato proprio come rete sociale, quando nel 2003 l’allora diciannovenne Mark Zuckerberg rese disponibile sul web Facemash, un sito web, predecessore di Facebook, con le foto dei documenti di riconoscimento degli studenti dell’Università di Harvard.

Il nome Facebook prende infatti spunto da un elenco con nome e fotografia degli studenti, che alcune università statunitensi distribuiscono all’inizio dell’anno accademico per aiutare gli iscritti a socializzare tra loro. Da questa storia si può intuire che il confine tra i due termini è piuttosto sfumato, ed è forse normale che oggi come oggi si usino quasi come sinonimi. Utilizzare i social network è ormai un’espressione comune  e diffusa, anche se, ad essere precisi, sarebbe più corretto parlare, facendo riferimento allo strumento, di social media: il social network è la comunità, l’insieme di individui gruppi e organizzazioni che condividono e creano contenuti.