Artwork: cos’è, a cosa serve e come realizzarlo

Artwork: cos’è, a cosa serve e come realizzarlo

L’artwork è l’insieme delle immagini e degli elementi tipografici utilizzati per realizzare un progetto artistico, pubblicitario o editoriale

L’artwork è la struttura definitiva di un messaggio promozionale, di una campagna pubblicitaria o di un prodotto artistico o editoriale. Pensiamo, ad esempio, alla copertina di un album musicale. È composto da diversi elementi: immagini, disegni, fotografie, lettering e copy. Si tratta di uno strumento utile in fase progettuale, perché consente di farsi un’idea sullo stato di avanzamento dei lavori e sul risultato finale. E, una volta ultimato il progetto, a comunicarlo e a promuoverlo in modo efficace.

Che cos’è un artwork

Artwork significa letteralmente opera d’arte. Il termine si utilizza nel campo della pubblicità e del marketing per indicare un insieme di elementi di grafica, fotografia e tipografia. Si parla di artwork per indicare i diversi componenti artistici che un grafico, un pubblicitario o un produttore mette insieme per realizzare un progetto. Testi, immagini, foto, disegni. Lo si può utilizzare, ad esempio, anche in editoria per la produzione di un libro che contenga elementi visivi. Oppure per la creazione di una campagna pubblicitaria.

Il termine artwork assume anche altri significati a seconda degli ambiti di riferimento. Nel campo dell’ingegneria dei software indica le operazioni sulle componenti grafiche di un programma, la progettazione delle icone, dei simboli e dei siti web. Nell’industria musicale con la parola artwork ci si riferisce solitamente a tutti i materiali grafici legati a una produzione discografica. Quindi la copertina di un disco, i materiali pubblicitari online e offline, come poster, locandine, adesivi, volantini.

A che cosa serve un artwork

L’artwork inteso soprattutto come “copertina” di un prodotto, ha lo scopo di fornirne una prima immagine. Il suo ruolo è molto importante perché può determinare la scelta d’acquisto del consumatore. Per questa ragione deve essere realizzato in modo professionale da un grafico, un illustratore, e coordinato da un art director. Un artwork ben curato può trasmettere infatti la personalità dell’artista o del brand, a seconda del campo in cui si opera. Deve veicolare a livello visivo un messaggio chiaro e riconoscibile, essere attraente, convincente ed esteticamente piacevole.

Come realizzarlo

Alcune agenzie di comunicazione e di grafica offrono servizi di realizzazione di artwork. Rivolgersi ad un professionista è quasi sempre una buona idea, proprio perché questo strumento gioca un ruolo cruciale a livello comunicativo. Per crearlo, serve molta creatività, intuizione e professionalità. Un artwork “fai da te” rischia quindi di essere poco efficace. Alternativamente, o per fare delle prove preliminari, si possono sfruttare dei programmi di design o di impaginazione che facilitano il compito, come inDesign o Illustrator.