Migliori app per scannerizzare: quali sono e come funzionano

Migliori app per scannerizzare: quali sono e come funzionano

Per scansionare documenti e fotografie non è più indispensabile avere uno scanner: basta uno smartphone o un tablet. Ecco quali sono le app per scannerizzare tramite dispositivi mobili e come funzionano

Le app per scannerizzare consentono di riconoscere automaticamente documenti, immagini e fotografie tramite la telecamera del cellulare. In questo modo, non è necessario acquistare uno scanner, uno strumento ingombrante e costoso che spesso si utilizza davvero poche volte, in casa e nella gestione quotidiana. Grazie alle fotocamere di cui sono dotati i moderni telefoni (o tablet) e a tecnologie come il riconoscimento ottico dei caratteri, scannerizzare con cellulare oggi è facilissimo e veloce. Vediamo dunque quali sono le app per scannerizzare gratis, le app scansione documenti con anche una versione a pagamento e come scannerizzare con iPhone e Android in pochi passi.

App per scannerizzare i documenti

Esistono diverse app per scansionare documenti adatte ad iPhone e Android. Si possono scaricare da App Store e Play Store e installare direttamente sul proprio smartphone o tablet. Nessuna di quelle che citeremo richiede particolari competenze tecniche: tutti possono utilizzarle. Vediamo quali sono le migliori.

App per scannerizzare: Genius Scan

Genius Scan è un’applicazione che riconosce in automatico lo sfondo dei contenuti da rendere digitali. Li ritaglia, ripulisce il risultato e crea una scansione molto ben leggibile e chiara. Permette inoltre di archiviare i documenti scansionati e di condividerli. Come molte applicazioni, è gratuita nella sua versione di base, ma richiede un abbonamento mensile (2,99 euro al mese) per sbloccare le funzioni più avanzate. In ogni caso, la versione base è assolutamente sufficiente per fare uno scanner documenti iPhone o con Android. Per scannerizzare un documento cartaceo basta inquadrarlo con la fotocamera, che si attiva tramite l’app, e cliccare sulla voce fine (o segno di spunta).

Si ottiene così la versione in formato digitale del documento. È anche possibile effettuare scannerizzazioni multiple, inquadrando più pagine. Se necessario, è inoltre possibile abilitare il flash. Una volta scansionato, il documento può essere ritoccato, ritagliato e sistemato con gli strumenti di ritocco dell’app. Il pulsante bacchetta magica lo fa in automatico, proprio come con le foto. Infine, si dà un titolo al documento, si aggiungono eventuali tag e lo si esporta come file pdf, o altro formato desiderato.

SwiftScan

Tra le migliori app che scansionano documenti da dispositivi mobili c’è anche SwiftScan. Come la precedente, è disponibile per Apple e Android ed è gratuita nella sua versione di base.  Una volta installata, l’app fa partire un tutorial che spiega come effettuare la scansione per ottenere documenti pdf e in altri formati. Il procedimento, comunque, è molto semplice ed è simile al precedente: basta inquadrare il documento con la fotocamera. Una volta ottenuto il documento digitale, lo si può salvare a colori, in bianco e nero o in scala di grigi, ruotarlo e ritagliarlo. Anche questa app permette di ottenere documenti in formato pdf molto chiari e nitidi.

Oltre a queste due app, potete provare Evernote Scannable, Google Drive, Quik PDF Scanner, Microsoft Lens. Le differenze sono minimali, basta scegliere quella con la quale ci si trova meglio.

Scansionare con iPhone e Android le immagini e le fotografie

Oltre ai documenti, tramite smartphone e tablet potete scannerizzare anche immagini e fotografie salvandole in diversi formati, ad esempio in PDF o in JPEG. Pensate ad esempio alle vecchie fotografie di una volta, che con il tempo rischiano di ingiallirsi e di andare perdute: con quale rapido passaggio potete renderle digitali e salvarle. Le app che citeremo sono disponibili per Android ed Apple.

App per scannerizzare: FotoScan di Google Foto

FotoScan di Google Foto è uno dei modi più semplici per effettuare scansioni di fotografie e immagini. L’app è gratuita e consente di scannerizzare foto per poi salvarle nella memoria del tablet o smartphone, oppure su Google Foto. Il procedimento è molto semplice e intuitivo, ed è anche illustrato da un tutorial di introduzione. In ogni caso, per fare una scansione di una foto si preme il pulsante bianco collocato in basso, nel mezzo, poi bisogna spostare il cerchio vuoto che comparirà sui quattro cerchi bianchi agli angoli della immagine. Fatto ciò, si passa alla scansione. L’immagine si può poi sistemare e ritoccare.

Photo Scan by Photomyne

Questa app rileva in automatico i bordi delle foto, le ruota, le ritaglia, permette di ripristinare i colori e di salvarle. Interessante il fatto che consenta di digitalizzare anche i vecchi negativi, oltre alla foto cartacee. Qui, per scansionare una foto, basta tenere premuto il pulsante circolare rosso che comparirà per circa tre secondi. La si potrà poi modificare, salvare e archiviare.

Altre valide app per scannerizzare le fotografie, dal funzionamento molto simile alle precedenti, sono Memories e Foto Scanner (entrambe solo per Apple), Photo Scan e U Scanner (solo per Android).