Blog

  • Snapchat: l’instant social punta sull’adv creativo geofiltrato

    Se la crescita di un portale, una piattaforma o, meglio ancora, un social diventa lenta, una via di uscita per non perdere terreno è riuscire a dimostrare il ritorno economico degli annunci pubblicitari degli inserzionisti. Prendiamo il caso di Snapchat: come spiego nel mio post “Instagram e Facebook crescono in popolarità e innovazione: è l’inizio della fine per Snapchat?”, l’unico modo dell’instant social per sopravvivere all’assalto della concorrenza è approntare nuove soluzioni e mettere in atto mosse strategiche. Detto fatto: Snapchat, attraverso la sua company madre Snap, ha acquistato Placed per circa 200 milioni di dollari. Read it in English. Read this post in English

  • Leggi Articolo
  • Marketer e influencer marketing…ecco le novità!

    L’influencer marketing è considerato oggi uno degli elementi chiave per il successo di un brand. I marketer, qualunque sia il loro campo d’azione, lo hanno capito bene e si stanno adattando a questo fenomeno adottando alcune strategie innovative. Alcune recenti ricerche elaborate da Bloglovin rivelano che il 32% dei marketer che utilizza gli influencer nelle proprie campagne di marketing, li considera come attori essenziali nella propria strategia e ben il 41% afferma di aver ottenuto i migliori risultati proprio grazie a campagne di influencer marketing più che con la pubblicità tradizionale. Read it in English. Read this post in English

  • Leggi Articolo
  • La sopravvivenza del brand alla sfida dei global player

    Quanto conta il brand oggi? In un suo recente post, Gianluca Diegoli sostiene che “L’iper-frammentazione dei media, l’autodifesa dalla sopraffazione informativa da parte del compratore, la comunicazione peer-to-peer che contraddistingue le nostre scelte di acquisto contemporanee sono le principali concause del tramonto del concetto di brand tradizionale fondato sulla pubblicità one-fits-all”. Vale a dire che il brand di per sé si sta avviando sul viale dell’evanescenza. Insomma il marchio, quello che un tempo costituiva l’identità del prodotto, sta progressivamente perdendo d’importanza. Read it in English. Read this post in English

  • Leggi Articolo
  • e-Commerce: guerra tra global player, ora puntano a nuovi mercati

    Secondo l’ultimo rapporto “E-Commerce 2017”, stilato da Casaleggio Associati, continua inarrestata la crescita mondiale dell’e-commerce. Per il 2016 si parla di 200 miliardi di dollari in più raccolti rispetto al 2015, per un valore di 1.915 miliardi di dollari. A dominare la classifica sono due Paesi: al primo posto la Cina con un fatturato di circa 899 miliardi di dollari, corrispondenti al 46% dell’e-commerce elettronico globale; al secondo posto gli Stati Uniti, con un fatturato stimato in 423,34 miliardi di dollari lo scorso anno e un +15,6%. Read it in English. Read this post in English

  • Leggi Articolo
  • e-Commerce: le recensioni aiutano, anche se negative

    Quanto pesano le recensioni degli utenti sulla credibilità di un brand? La risposta appare persino ovvia: molto. Meno scontato, invece, è quanto trascurato da alcuni, ossia che anche le recensioni negative, se ben trattate, possono portare a un ritorno di immagine consistente. E in un mercato digitale che vede la micronizzazione dei marchi, la faccenda assume un notevole importanza. A confermarlo arriva ora “Il potere delle recensioni”, una ricerca condotta da Zoorate e presentata durante l’ultimo Netcomm Forum 2017. Condotta su un campione di circa 1600 acquirenti (54,90% maschi e per il 45,10% femmine), il primo dato che emerge dal sondaggio è che per ben il 93% dei web shopper le recensioni hanno un ruolo rilevante. Nello specifico per il…

  • Leggi Articolo