Blog

  • La sopravvivenza del retail passa per l’Omnichannel

    I piani marketing omnicanale sono tecnicamente e strategicamente difficili da implementare e mantenere. Ma per il retailing sono ormai un passaggio obbligatorio. Pena la sua sopravvivenza. Basti pensare che, mediamente, oggi 1 acquisto su 5 viene effettuato online. Ma modelli funzionali sono già in essere. Vale dunque la pena indagare in che modo sono stati impostati, per capire e trarne spunto. Lo studio The Next solution to ecommerce, condotto da Enders Analysis, prende in esame il caso di Next. Il rivenditore di abbigliamento inglese ha sbaragliato la concorrenza, basando la sua strategia ventennale su tre pilastri: raccolta dati, centralità del consumatore e forte rete logistica. I prodotti possono essere ordinati online, per telefono o acquistati in negozio e consegnati direttamente…

  • Leggi Articolo
  • Dove va il retail? Due chiacchiere con Giuseppe Stigliano

    In che direzione va il retail? Qual è suo stato di salute? È vero che i negozi fisici sono destinati a morire? Ho parlato di questo ed altro con Giuseppe Stigliano, autore insieme al padre del marketing moderno Philippe Kotler, di “Retail 4.0 – 10 regole per l’era digitale”, un testo che sfata molti luoghi comuni. Pensare a soddisfare i bisogni Inizio la chiacchierata con una domanda diretta: ma se le regole per digitalizzare e salvare il retail sono facili, perché semplicemente non vengono applicate? <<Perché siamo umani, è come il fumo. So che fa male ma non riesco a smettere>>. È la stessa cosa che penso anche io, solo raffigurata in modo netto e preciso. Inutile dire che Giuseppe…

  • Leggi Articolo
  • Tra IoT, droni e Big Data, avanza la smart agricolture

    Sostenibilità fa rima con digitale. Se non in senso fonetico, sicuramente in senso pratico. Con una popolazione in crescita che si prevede raggiungerà i 9 miliardi nel 2050, e un aumento della domanda di cibo tra il 59% e il 98%, solo l’ottimizzazione della produzione agricola, supportata dalle tecnologie, potrà in futuro salvarci da carestie e conseguenti conflitti armati. Si tratta di una strada già avviata e sulla quale si sta procedendo. Robot, droni, satelliti, dispositivi IoT, sensori remoti, blockchain e Big Data, possono essere utilizzati – e in casi sempre più numerosi già lo sono – per consentire agli agricoltori, non solo di arrivare ad ottenere il sudato raccolto, ma di farlo con la miglior resa possibile, senza impoverire…

  • Leggi Articolo
  • PA e digital transformation: le 5 tecnologie utili e il progetto IO

    Trasformare la Pubblica Amministrazione per ottimizzare la macchina statale, incentivare i servizi e migliorare il rapporto con i cittadini: secondo il report “Innovazione pubblica: le tecnologie disruptive che trasformeranno le Amministrazioni”, redatto da Minsait, le PA che vogliono raggiungere l’obiettivo, devono spingere l’acceleratore sulla digital transformation. E per farlo devono puntare a cinque precise tecnologie: Big Data, Intelligenza Artificiale, realtà digitale, cybersecurity e Blockchain. Da notare che Minsait è la business unit di Indra, attualmente al lavoro su alcuni progetti per il coordinamento digitale delle pubbliche amministrazioni italiane. Le tech per la digitalizzazione Riguardo ai Big Data, si tratta di uno strumento fondamentale, forse ancora non compreso (o utilizzato appieno) in tutta la sua portata e rilevanza. L’analisi predittiva applicata…

  • Leggi Articolo
  • Tutti contro Google e Facebook: basta duopolio dell’adv

    Gli inserzionisti devono avere fiducia in Facebook? Poca o nulla secondo Axel Springer Ceo del gruppo editoriale tedesco Media Impact. A seguito dello scandalo “Cambridge Analytica” che, ricordo, nel marzo dello scorso anno ha visto Facebook al centro di feroci polemiche per un brutto affaire di vendite dei dati degli utenti a terzi, la società ha commissionato uno studio in Germania, per sondare come e quanto la faccenda abbia impattato sull’affidabilità attribuita al social dai suoi frequentatori. E i risultati non sono molto positivi. O, al contrario, lo sono molto per quegli editori che, stufi del duopolio pubblicitario dominato da Google e dalla creatura di Zuckerberg, spingono per l’affrancamento (Facebook e Google, il duopolio che preoccupa gli advertiser) Secondo la…

  • Leggi Articolo