Agenzia di pubblicità, cosa sono, cosa fanno e quelle più importanti

Agenzia di pubblicità, cosa sono, cosa fanno e quelle più importanti

L’agenzia di pubblicità si occupa delle attività di creazione, pianificazione e produzione di campagne pubblicitarie. Dalle origini antiche, nel corso del tempo si è evoluta ampliando le sue funzioni

L’agenzia di pubblicità esiste dall’Ottocento. Nel corso del tempo si è evoluta e in molti casi oggi si è ampliata includendo diversi servizi di comunicazione integrata. In ogni caso il suo obiettivo rimane quello di promuovere un brand, un’azienda o un prodotto attraverso diversi canali. Dalla carta stampata ai social network, dalla televisione ai siti web.

Cos’è una agenzia di pubblicità

Un’agenzia pubblicitaria (o agenzia di pubblicità) è un’azienda che, da definizione di Wikipedia, “si occupa delle attività di creazione, pianificazione, produzione e posizionamento di campagne pubblicitarie“. Le agenzie pubblicitarie esistono dall’Ottocento. Oggi sono spesso specializzate nella comunicazione integrata e offrono ai loro clienti diversi servizi. Tra i principali, pianificazione dei media, ricerche di mercato, organizzazione eventi. Alcune agenzie offrono ai clienti servizi più specializzati: direct marketing, design della comunicazione, brand identity e altro ancora.

Storia delle agenzie di pubblicità

Quando nacquero, le agenzie di pubblicità erano sostanzialmente delle concessionarie. Gli agenti erano ditte individuali che lavoravano per un singolo editore. Ma a metà secolo iniziarono a gestire più editori contemporaneamente. Nel 1845 nacquero in Francia tre agenzie che si occupavano di vendita di spazi pubblicitari: Panis, Havas e Lafitte. Nel 1858 venne creata ad Amburgo la Haasenstein & Vogler. Fu poi la volta delle prime agenzie pubblicitarie americane, come la J. Walter Thompson e la N. W. Ayer & Son. In questo periodo storico, le agenzie fungevano soprattutto da intermediari fra l’editore e il cliente.

Negli ultimi decenni del XX secolo, sempre secondo quanto riporta Wikipedia, si sono formati quattro gruppi mondiali che hanno concentrato il controllo delle agenzie pubblicitarie. Citiamo testualmente:

  • WPP con Young & Rubicam, Ogilvy & Mather e J. Walter Thompson;
  • Omnicom Group con DDB, BBDO e TBWA;
  • Publicis Groupe con Publicis, Leo Burnett e Saatchi & Saatchi;
  • Interpublic con McCann Erickson, DraftFCB e MullenLowe.

Altre agenzie importanti esterne a questi gruppi sono Dentsu, Havas e Hakuhodo. In Italia, la prima storica agenzia pubblicitaria fu la Manzoni, oggi parte del Gruppo GEDI. Una delle agenzie più importanti ancora oggi è Armando Testa, fondata nel 1946 a Torino.

Cosa fanno le agenzie di pubblicità

Un’agenzia pubblicitaria tradizionale lavora per cosiddetti media above the line: radio, televisione, stampa, cinema, affissioni. La vendita diretta, il telemarketing, la pubblicità su web, tramite posta o email, rientrano invece nella modalità below the line. Possiamo includere anche le public relations. Per differenziare queste attività si potrebbe distinguere tra comunicazione e promozione. Tuttavia, oggi è piuttosto difficile posizionare questo confine, perché gli strumenti a disposizione offrono modalità sempre più ibride.

In molti casi è più corretto parlare di agenzia di comunicazione, perché l’attività pubblicitaria rappresenta solo una delle attività che queste portano avanti. Certo, ci possono essere ancora oggi agenzie specializzate nella pubblicità e altre prevalentemente nella comunicazione. Più di frequente però si trova un’unica agenzia di comunicazione integrata che si occupa di entrambi i settori, intrecciandoli. La pubblicità, oggi, rappresenta una delle tante voci di un piano marketing. Inoltre, con la diffusione del web tutto è cambiato. Per le società attive in questo settore è stato necessario reinventarsi rapidamente, acquisendo competenze nel mondo del web e dei social network.

Le principali figure professionali di una agenzia

L’agenzia pubblicitaria si divide in diversi settori, a seconda delle sue dimensioni Nelle agenzie pubblicitarie più grandi i principali reparti sono Account, Creative, produzione e amministrazione. Il reparto account cura in modo specifico i rapporti con i clienti coordinando l’intero processo di pianificazione e creazione di una campagna pubblicitaria. Il reparto creativo, una volta acquisite le informazioni necessarie, si occupa invece di ideare la campagna in tutte le sue componenti.

Di conseguenza, le principali figure professionali di un’agenzia che includa anche la produzione creativa di contenuti sono:

  • Direttore della comunicazione: supervisiona l’intero processo. Talvolta è anche Art Director
  • Art Director: grazie a ottime doti creative, sceglie la migliore immagine per un brand e la declina attraverso i canali a disposizione
  • Copywriter: dopo aver studiato mercato di riferimento, target e obiettivi, realizza i contenuti testuali per i diversi strumenti che veicoleranno la campagna
  • Account: si occupa della relazione con i clienti e talvolta anche della ricerca di nuovi clienti. Ha competenze nell’ambito della comunicazione ma anche una buona indole da commerciale.