2019: da Deloitte 6 trend tecnologici da tenere sott’occhio

2019: da Deloitte 6 trend tecnologici da tenere sott’occhio

Il 2018 volge al termine: è il momento giusto per scoprire quelle che saranno le tendenze tech del prossimo futuro. In un panorama non sempre chiaro e scontato, il decimo report di Deloitte “Tech Trends 2019: Beyond the digital frontier” cerca quindi di fare chiarezza sui principali trend, che influenzeranno maggiormente l’industria e il mondo business i prossimi mesi. Si tratta ovviamente di proiezioni ma provengono da addetti ai lavori con una certa esperienza sul campo e sono quindi da non sottovalutare.

L’esordio del 5G
Il 2019 segnerà il debutto del 5G. In tutto il mondo le telco ci stanno investendo milioni su milioni e, secondo Deloitte, circa 25 operatori, ossia un terzo, riusciranno a lanciare i servizi basati sulle reti di nuova generazione. Le previsioni di vendita degli smartphone 5G – telefoni con una velocità di trasmissione dati più elevata, che consentirà la fruizione di contenuti in realtà aumentata e applicazioni per la telemedicina e le smart city – parlano di 1 milione di esemplari, che toccheranno quota 15-20 milioni nel 2020.

L’AI diventa democratica
L’Intelligenza artificiale non sarà più materia riservata agli esperti e ai giganti dell’hi-tech ma entrerà a far parte delle realtà aziendali. Grazie ai minori costi e a una maggiore sostenibilità economica, Deloitte prevede che il 70% delle company adotteranno soluzioni basate sul mix AI-cloud, mentre il 65% creerà applicazioni AI utilizzando strumenti di sviluppo cloud-based. I vantaggi che ne deriveranno consisteranno in un aumento di efficienza e in migliori ritorni sugli investimenti. Nel 2020, il tasso di penetrazione del software enterprise con AI salirà all’89%, mentre i servizi di sviluppo di AI basati su cloud all’83%.

Cina sovrana della connettività
La connettività del futuro non è una questione prettamente industriale ma anche geo-politica. E, in tal senso, secondo Deloitte la Cina non avrà rivali: grazie alla sua leadership tecnologica e alla presenza di una base utenti che va ben oltre 1,5 miliardi di persone, nel 2019 diverrà la testa di serie mondiale nelle reti di telecomunicazione, ampliando il divario con gli altri Paesi. Ne conseguirà una profonda trasformazione dei modelli di business tradizionali – dal retail al settore bancario, all’Intelligenza Artificiale.

Smart speaker è boom
Nel 2018 hanno registrato un +187% di vendite, soprattutto nei Paesi di lingua inglese. Nel 2019 si diffonderanno ovunque e registreranno un ulteriore + 63%. Il mercato degli altoparlanti intelligenti con assistente digitale varrà 7 miliardi di dollari, con un prezzo medio al pezzo di 43 dollari e una previsione di commercializzazione di 164 milioni di unità. Se le proiezioni saranno confermate, gli smart speaker diverranno i dispositivi connessi con il più rapido tasso di crescita al mondo e, tra soli 12 mesi, ce se saranno 250 milioni in circolazione.

eSport a tutto campo
Le competizioni organizzate di videogiochi, i cosiddetti eSport, sono ormai da considerarsi un’attività di massa consolidata, capace di attirare un pubblico giovane e appassionato. Intorno gira ormai un business che va dalle leghe professionisti ai diritti di trasmissione, dai biglietti al merchandising. Nel 2019 gli eSport continueranno a crescere, con punte anche del 35% come in Nord America. La sfida dei media tradizionali sarà dunque riuscire a trovare un modo per attrarre questa gran quantità di aficionados. Ma, secondo Deloitte, i sistemi normali non saranno sufficienti: occorrerà essere in grado di proporre esperienze immersive, realmente attraenti e coinvolgenti.

Quantum computing: bene ma non benissimo
Un anno di valutazione. Così Deloitte definisce il 2019 in relazione al quantum computing che, di sicuro, non diverrà il nostro nuovo portatile il prossimo anno. Grandi guadagni al pari dei pc sono attesi. Ma a partire dal 2030!

Cosa ne pensate di questi trend? Quali previsioni sperate si realizzino e perché? Tweettate i vostri commenti a @agostinellialdo.

Per scoprire di più sul mondo digitale, leggete il mio nuovo libro: “People Are Media” Se ti è piaciuto questo post, leggi anche “Programmatic: anche addressable tv, Dooh e radio interessati