Mobile only: in Italia l’internet da smartphone supera i Pc

Mobile only: in Italia l’internet da smartphone supera i Pc

E alla fine arrivò il sorpasso: il cosiddetto ‘mobile only’, ossia l’uso dei dispositivi mobili per il collegamento, la navigazione e le attività in rete, in Italia nel mese di aprile ha doppiato e sopravanzato la connessione da computer desktop.

A riportarlo è la società Nielsen, che entra anche nel dettaglio dell’analisi della total digital audience, formula con la quale s’intende l’insieme di utenti unici che, in un dato periodo preso in esame, hanno effettuato almeno un accesso a internet tramite pc, tablet o smartphone. Read it in English.

Non che ci sia da sorprendersi però: già dopo la lettura dell’ultimo rapporto Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano, realizzato in partnership con IAB Italia e centrato sull’andamento della raccolta pubblicitaria, era facilmente prevedibile come fosse solo questione di tempo, prima di assistere al ribaltamento fisso-mobile (al riguardo si può approfondire l’argomento su “Internet advertising: tutti i numeri di una crescita annunciata”)

Secondo i dati raccolti da Nielsen, i connazionali che lo scorso aprile si sono collegati al web attraverso lo smartphone o il tablet sono stati 30,4 milioni, con una prevalenza del sesso femminile che batte quello maschile con una percentuale dell’84,4% contro il 74%.

Mediamente gli internauti italiani hanno trascorso 2 giorni, 8 ore e 24 minuti nelle navigazione mobile. Nel giorno medio, invece, 23,7 milioni di italiani hanno navigato da desktop, smartphone e tablet, al netto delle sovrapposizioni multi-device, collegandosi per circa 2 ore e 25 minuti. Tra gli utenti, 10,2 milioni di minorenni (+2 anni) hanno navigato dal computer fisso, mentre la fascia 18-74 anni ha utilizzato il mobile in 21,2 milioni. Di questi una fetta di 13,5 milioni naviga esclusivamente on the go.

Un’ulteriore conferma dell’avvento del mobile only è il tempo speso on line da smartphone o tablet. Si parla di circa l’80%.
Più o meno tutti, a prescindere dal sesso e dall’età, amano la navigazione mobile, ma i più connessi in assoluto sono i 18-24enni che gli dedicano il 91,5% del proprio tempo speso in rete, i 25-34enni che vi trascorrono l’84% del loro tempo e, come spiegato prima, le donne.

Cosa facciano è presto detto: il 93,7% degli utenti nel mese si connette per accedere a un motore di ricerca, mentre il 90,9% degli utenti visita siti generici e community. Ben l’87% degli utenti si avvale di internet tool e web service, e l’83,4% guarda video e film online.
I servizi di messaggistica istantanea da mobile sono utilizzati dal 77,5% degli utenti (23,6 milioni di utenti nel mese) mentre le email vengono lette e inviate dal 74,3% degli internauti.

Da notare infine l’ultimo dato sull’e-shopping, che farà contenti i marketer: una fetta del 72,8%, pari alla ragguardevole cifra di 22,2 milioni di utenti, si dedica a visitare siti di eCommerce ed anche ad effettuare acquisti in mobilità. Numeri che fanno riflettere e che dovrebbero spingere ancora di più chi non l’ha già fatto ad organizzarsi in tal senso!

Cosa pensate dei dati della total digital audience? Vi ci ritrovate? E in veste di marketer quali strategie avete o state approntando? Fatemi avere i vostri  commenti @agostinellialdo.

Se ti è piaciuto questo post, leggi anche Come la collaborazione con gli influencers potenzia le attività di marketing

Read this post in English